Parliamo di mafia! Intervista a Libera

Parliamo di mafia! Intervista a Libera

Per capire meglio il duplice omicidio dei due boss mafiosi a Ostia ponente, abbiano fatto delle domande a Ferdinando Secchi, il responsabile romano di Libera, l'associazione che si occupa di sensibilizzare le persone sul problema della mafia. Libera spinge la gente a parlare della mafia per far nascere la sicurezza, perchè la mafia si approfitta del silenzio delle persone che hanno paura. Noi della 3 A della scuola media Vivaldi abbiamo sostenuto questa associazione l'anno scorso con un progetto, proprio spingendo le persone di Ostia a parlarne, come abbiamo raccontato nell'altro articolo.

di

Duplice omicidio ad Ostia. E ora ci crediamo che la mafia è anche qui?

Duplice omicidio ad Ostia. E ora ci crediamo che la mafia è anche qui?

Uccisi due ex boss della banda della magliana in un bar di Ostia ponente, di pomeriggio, lo scorso 22 novembre. Sui pensa ad un regolamento di conti legato alla criminalità organizzata. Per alcuni siamo ormai al Far West. E pensare che la maggioranza delle persone non credeva che anche ad Ostia ci fosse la mafia. Come possiamo dimostrarvi nel nostro sondaggio

di

Che cos' è Libera?

L'associazione Libera è nata il 25 marzo 1995, sotto l'impulso di don Ciotti, con lo scopo di fermare la mafia. Da allora, grazie al contributo, di tanti volontari. ha svolto e sta svolgendo un grande lavoro per la diffusione della cultura della legalità. A partire dalle scuole.  

di

Conoscere la mafia per non dimenticare l'esempio di Falcone e Borsellino

Conoscere la mafia per non dimenticare l'esempio di Falcone e Borsellino

Mafia è un termine diffuso ormai a livello mondiale con cui ci si riferisce ad una particolare tipologia di organizzazioni criminali. Il termine mafia venne inizialmente utilizzato per indicare una organizzazione criminale originaria della Sicilia, più precisamente definita come Cosa nostra, parola che divenne pubblica al mondo durante il processo al primo pentito della mafia italoamericana, Joe Valachi. Le analisi moderne del fenomeno della mafia la considerano, prima ancora che una organizzazione criminale, una "organizzazione di potere"; ciò evidenzia come la sua principale garanzia di esistenza non stia tanto nei proventi delle attività illegali, quanto nelle alleanze e collaborazioni con funzionari dello Stato, in particolare politici, nonché del supporto di certi strati della popolazione. Di conseguenza il termine viene spesso usato per indicare un modo di fare o meglio di organizzare attività illecite. Quindi il termine "mafioso" può essere utilizzato nel linguaggio comune per definire, per esempio, un sindaco che dia concessioni edilizie solo ai suoi "amici" o un professore universitario che fa vincere borse di studio a persone anche valide ma a lui legate, o la nomina da parte di un governo di altissimi dirigenti anche capaci ma "politicamente vicini" alla maggioranza di cui il governo è espressione.          

di

Progetto "Giovani Solidali" della scuola A.Vivaldi classe II sezione A

Progetto "Giovani Solidali" della scuola A.Vivaldi classe II sezione A

I ragazzi della scuola Vivaldi, classe II A, con il progetto "Giovani Solidali", hanno aiutato e sostenuto "Libera" (un'associazione creata per sconfiggere la mafia), nel quartiere del Lido di Ostia, facendo sondaggi e discorsi in pubblico.

di

Indietro

Pagina 2 di 2

Vai
Avanti