LO SPORT DEL CALCIO

LO SPORT DEL CALCIO

LO SPORT… IL CALCIO

Lo sport è sport per il valore dell’ avversario, altrimenti non è sport , quindi il rispetto verso l’altro e la legalità sono alla base dello sport.

Il calcio è amore , agonismo  e passione.

Dobbiamo impegnarci tutti affinché  il calcio sia soltanto questo. Purtroppo spesso il calcio è rappresentato con botte, spintoni ed altre cose che a noi bambini non piacciono.

CONSIGLI PER LO SPORT

Lo sport è un’attività istruttiva,

creativa, attiva e interattiva,

piena di regole e scopi

con squadre e istruttori.

E’ meglio perdere che vincere slealmente. 

Devi essere socievole

con i tuoi compagni di sport.

Non bisogna arrabbiarsi e lamentarsi

se la squadra ha perso, ma devi cercare

di ‘’ migliorare tu ‘’per far sì che la squadra migliori.

Con felicità ed energia, gioca e vinci

con i tuoi amici!

UNO SGUARDO AL PASSATO: LA NASCITA DEL CALCIO

Il giuoco del calcio sembra avere origini antichissime. Tracce di giuochi simili sono rintracciabili in diversi luoghi e in altre epoche. Un antico giuoco con la palla era praticato già in Giappone verso l’XI sec. a.C.. Nello stesso periodo in Cina era molto diffuso il Tsu-chu (letteralmente “palla di cuoio sospinta dal piede”, che impiegava un pallone ripieno di piume e capelli femminili). Bisognava infilare il pallone in un buco sostenuto da due canne di bambù, utilizzando unicamente i piedi.

Molto in seguito il calcio vero e proprio veniva praticato nelle Università più ricche dell’Inghilterra, le cui classi erano composte da 10 alunni più il maestro, che giocava sempre con loro ed era il capitano della squadra. Ancora oggi le squadre sono formate da 11 giocatori di cui uno è il capitano (discendente del maestro).

LE REGOLE DEL CALCIO

Le regole ufficiali del calcio sono tante e sono pubblicate dalla FIFA. La regola principale che caratterizza questo sport è che la palla non può essere toccata e colpita con le braccia. Il portiere è l’unica eccezione per questa regola. Una partita di calcio, che dura 90 minuti e che si divide in due tempi da 45 ciascuno si svolge sotto la sorveglianza di un arbitro, che controlla se i giocatori rispettano le regole.

 

LA DIFFUSIONE DEL CALCIO NEL MONDO

 Nel 1861 nacque la federazione calcistica della Nuova Zelanda, nel1892 quella del Sud Africa, nel 1893 quella di Argentina, Belgio e Cile, nel 1900 quella della Germania. La FIFA (acronimo di “Federazione Internazionale della Football Association) viene fondata senza gli inglesi nel 1904 per iniziativa di: Francia, Svizzera, Belgio, Spagna, Olanda, Danimarca e Svezia; nel 1905 avviene l’affiliazione degli inglesi.

IL CALCIO ITALIANO

Il calcio italiano famoso in tutto il mondo, nacque all’incirca alla fine del XIX sec.. La prima squadra di calcio italiana fu il Genoa che è nata nel 1843.

I MONDIALI

L’Italia è stata vincitrice dei Mondiali di calcio ben quattro volte: la prima volta nell’anno 1934, la seconda volta nel 1938, la terza volta nel 1982 e la quarta volta nel 2006.

PUNTI DI VISTA

Nel calcio devi avere pure un grande spirito di squadra: durante una partita tu devi leggere negli occhi del tuo compagno che in quel preciso istante si sacrificherebbe per te, per non farti perdere la palla; lui deve leggere in te che, nel momento in cui ha bisogno, tu ci sei, ti sacrificheresti per lui. Se il gioco non ti esprime queste sensazioni, ti consiglio di cambiare sport e sceglierne un altro come il tennis. Nel tennis tutto conta solo su di te. Se nel calcio sbaglia un giocatore sbaglia la squadra, perché quegli undici leoni devono essere un grande leone, che combatte per l’altro , in ogni singolo punto del campo. Io penso che, se ci fossero undici gazzelle con il fuoco negli occhi e il sacrificio nella mente a lottare contro undici leoni non uniti, esse vincerebbero.

Questo è il calcio, tutto qui, in queste poche righe. Il calcio, secondo me, è sinonimo di “squadra” e “giocatori”. Dovrebbe essere anche sinonimo di “leoni uniti”. Questo sport è un dono della natura, bisogna affrontarlo con serietà; “serietà” non vuol dire freddezza , sempre zitto, muto, no! Serietà vuol dire metterci tutto dall’inizio della partita , aiutare la squadra, aiutarla a rimanere “squadra” nei momenti di difficoltà; vuol dire, che, però, quando si può ridere, si ride: basta che si rispetti sia il compagno, che l’avversario.

I GRANDI DEL CALCIO DI IERI E DI OGGI

Edison Arantes do Nascimento, detto Pelè (Três Corações, Brasile, 23 ottobre1940)

Diego Armando Maradona (Villa Fiorito, Argentina, 30 ottobre 1960)

Lionel Andres Messi(Rosario, Argentina, 24 giugno  1987)

Cristiano Ronaldo(Funchal, portogallo, 5 febbraio 1982)

VC- D-QUINQUEREMI

di Elisa Tonno

LO SPORT DEL CALCIO