DI MATTEO MIANI

DI MATTEO MIANI

Gita a Ostia Antica

Il 16/5/2012 siamo andati in gita con il treno a vedere gli scavi di Ostia Antica.

Le nostre guide erano degli alunni di prima media di una scuola situata nei dintorni degli scavi. Io ho fatto conoscenza con alcuni di loro. Per prima cosa siamo andati a vedere i resti di alcuni templi, di cui rimangono solo poche colonne e le basi dei muri. I ragazzi ci hanno spiegato che alcune colonne di questi templi, nell’antichità, vennero usate per costruire altri edifici pubblici come teatri o luoghi di incontro. Subito dopo siamo andati a visitare un magazzino che apparteneva all’Imperatore. Ora di questo magazzino restano solo poche colonne, perché il tetto si è rovinato ed è crollato a causa del maltempo e del passare dei millenni. Poi siamo andati a visitare un teatro semicircolare dove abbiamo fatto una sosta per fare merenda. Nella stagione estiva il teatro viene ancora utilizzato per spettacoli e concerti con artisti molto famosi.

Vicino al teatro c’è anche il tempio di Nettuno. Quest’ultimo era rimasto quasi tutto intatto; le uniche cose che mancavano erano il tetto e le teste di due statue. In seguito siamo andati a vedere le Terme che erano stanze grandissime dove i romani facevano il bagno e discutevano dei loro affari. Accanto alle terme vi erano i bagni dei romani. Questi erano pubblici e erano divisi tra uomo e donna.

Secondo me questa gita è stata molto interessante ed Ostia Antica è piena di ritrovamenti spettacolari, molti ancora nascosti sotto degli enormi cespugli, che via via gli archeologi vanno a scoprire.

Se potessimo osservare le rovine dall’alto, sembrerebbe un labirinto.

 

Matteo Maiani VB – Quinqueremi

 

di Elisa Tonno