Perché l'ASL non firma la convenzione con l'ANT?

Perché l'ASL non firma la convenzione con l'ANT?

L'Asl dal settembre del 2011 non dà più la convezione, cioè un contributo di 40.000 euro, all'Ant per pagare i medicinali per i sofferenti. A proposito di questo fatto, io e la mia compagna ,Monica Radano, abbiamo fatto due interviste : una al delegato dell'Ant Oreste Baldassarri e l'altra ad un'impiegata dell'Asl Roberta Testa.

- Signor Baldassarri, ci spieghi per favore che cos’è la convenzione che l’Asl da all’Ant

L’Asl da all’Ant un contributo di 40.000 euro che serve a pagare i medicinali per i sofferenti, ma questo contributo non viene rinnovato dal settembre del 2011, ed’è da questo data che chiediamo la convenzione.

- Se l’Asl non da più la convenzione, in che modo potrete trovare i soldi per pagare i medicinali?

Noi speriamo solo nei contributi dei cittadini e del comune.

- Pensa che sia una cosa grave questo fatto?

Si, penso che lo sia perché noi ogni giorno curiamo circa 30-35 sofferenti e adesso, a causa di questo dovremmo diminuire le cure perché non ci sono più abbastanza medicinali.


- Signora Testa, lei sa dirci per quale motivo l’Asl non da più la convenzione all’Ant?

Perché la regione Lazio ha imposto dei tagli alla sanità e l’Asl di Roma D è circa un anno che è commissariata, cioè non ha un direttore generale ed’è controllata direttamente da un commissario della regione Lazio. Quindi, fino a quando non ci sarà un atto aziendale che potrà dare autonomia ai fondi, non ci saranno più le sovvenzioni. Bisogna anche dire che, che i rapporti tra le due parti si son deteriorati da quando il Professor Stefano Sartori (oncologo) è andato in pensione, essendo egli stesso il curatore di tale rapporto.

- Cosa ci fa l’Asl con i 40.000 euro che dava per la convenzione?

I 40.000 euro sono utilizzati per altre priorità.

- Pensa che sia una cosa grave questo fatto?

Si, è grave perché le associazioni come l’Ant servono anche per smaltire il lavoro degli ospedali.

- Lei pensa che l’Ant possa andare avanti senza la convenzione?

No, penso che possa andare avanti solo con l’aiuto e la beneficenza di privati o con altre convenzioni.

 

 

 

 

 

 

di Bianca Di Meo