Come sconfiggere i bulli

Il bullismo è un fenomeno che colpisce i ragazzi. In genere gli atti di bullismo vengono rilevati nelle scuole. I ragazzi presi di “mira” sono quasi sempre quelli  che hanno un carattere più fragile. I più soggetti sono infatti le persone più sensibili.

Ma il bullo non diventa tale all’improvviso. Causa di questo possono essere i maltrattamenti subiti in famiglia che egli tende a riportare negli ambienti frequentati.

Inoltre il bullo vuole dimostrarsi forte davanti alle persone e spesso ha degli alleati che diventano suoi complici solo per proteggere loro stessi. La vittima ha molta paura di parlare perché teme una vendetta da parte del bullo.

Esistono due tipi di bullismo: diretto e indiretto. Il bullismo diretto può essere verbale: insultare una persona o picchiarla ( prendendola a calci, pugni … ). Invece il bullismo indiretto è quando la persona viene messa in cattiva luce e viene esclusa dai gruppi di aggregazione.

Per uscirne fuori la vittima dovrebbe confessare tutto ad un adulto che sia in grado di aiutarla. A volte la paura rende i giovani schiavi, ma se si vince, il bullo smette di tormentare le persone più deboli.

Gli atti di bullismo non vengono fatti solo dai singoli ma anche dai gruppi. Si nota spesso, infatti, che i bulli con le loro vittime si sentono forti ed invincibili, ma quando si trovano davanti ai loro genitori scappano dimostrando la loro debolezza ed impotenza.

 

 

 

 

 

 

 

di